Car* viaggiatori e viaggiatrici, ecco di nuovo il nostro amato Simone con il suo diario di viaggio (e di volontariato 😉) sulla sua esperienza #ESC in Francia Scoprite cosa il mese di Febbraio ha riservato per lui!

Sembra che ieri che ho cominciato a fare questi report mensili… eppure eccoci qui! Welcome nel mio penultimo aggiornamento dalla Francia 🙂

Il mio lavoro da giornalista a caccia di interviste per la newsletter mensile che la mia struttura di accoglienza organizza continua, anche se conto di fare le ultime interviste nei prossimi giorni in modo da potermi vivere l’ultimo mese di volontariato con meno impegni che girano per la mia testa.

Vuoi per una nostalgia di casa, ho provato a fare delle “montanare”, delle pizze fritte che possono essere ripiene o no. Risultato? Si son gonfiate un po’ meno di quanto mi aspettassi ma – come ogni cosa fritta – molto molto molto buone!
Controindicazioni: troooppo olio e troppa fatica per friggerle haha
Lo rifarei? Non so

Con la ricicleria dove svolgo il mio volontariato siamo andati ad esplorarne un’altra ad una 40’ di minuti da noi, abbiam passato mezza giornata lì, chiacchierando, scambiandoci buone prassi e anche pranzando insieme.
Super super bello, mi sarebbe piaciuto ne avessimo fatte di più nel corso dell’anno.
Lato negativo? Il posto era fredddddissimo e al ritorno a casa al pomeriggio mi è salita una febbre che non mi ha abbandonato se non dopo il weekend 

Allo stesso tempo, sto portando avanti un progetto di sensibilizzazione sul clima che diventerà poi un’esposizione interattiva permanente nella mia associazione di volontariato; i tempi per realizzarla son stretti, ma confido di riuscire a portarla a termine prima del momento della mia partenza 🙂

Come il giornalismo, anche la giocoleria continua! L’appuntamento del lunedì ormai sta diventando una routine e il tempo vola, tra una chiacchiera, lanci sbagliati e morti evitate 

Nel tempo libero che riesco a ritagliarmi e investire per fare qualcosa, questo mese ne ho approfittato per visitare un po’, un’amica italiana che abita a Parigi ne ha approfittato per venirmi a trovare un weekend e in un altro fine settimana sono andato a trovare altri volontari a Saint Brieuc.

Abbiamo anche esplorato una vecchia galleria abbandonata (terrore di venire uccisi o chissà cosa ai massimi livelli) e ne siamo usciti sani e salvi haha

Non so se sia dovuta alla scia delle proteste degli agricoltori, ma nella mia spesa settimanale a questo giro mi sono imbattuto in una cosa che non mi era mai capitata: tutti i reparti refrigerati del supermercato erano praticamente vuoti!

Ultimo aggiornamento del mese: son riuscito ad andare a teatro, ad uno spettacolo molto particolare in cui tutto il pubblico era sul palco insieme agli attori, circondandoli. Essendo arrivato un po’ in ritardo mi è toccato uno dei posti in prima fila – immagino faccian sempre paura in questi contesti – e come risultato mi son ritrovato a giocare ad assassino insieme agli attori e ad altre persone nelle prime file del pubblico.

Per completare il tutto, all’inizio e alla fine dello spettacolo, giro gratuito di vin brulè per chi lo desiderasse

Non mi sembra ancora vero che sono all’ultimo mese di questa esperienza, ma immagino che per il tempo in cui mi ritroverò a scrivere l’ultimo aggiornamento mensile, forse lo avrò processato un po’ meglio

A presto!

Simone

Share This

Condividi con i tuoi amici!