+39 0302284900 info@ateliereuropeo.eu

Federica Di Leonardo ci racconta della sua esperienza in Georgia, dove ha prestato servizio nelle scuole e presentato due progetti nel campo dell’Europrogettazione, riguardanti l’affermazione dei diritti umani e dell’uguaglianza di genere.

“Ciao a tutti!

Il mio SVE è iniziato sei mesi fa a Gori, un piccolo paese della Georgia Caucasica. 

La mia partenza fu veloce, da quando inviai la candidatura all’arrivo passarono solamente tre settimane!! Ero felice di intraprendere questa esperienza ed iniziare questa nuova avventura.  

Il mio Servizio si è svolto principalmente nelle scuole di Gori e villaggi limitrofi attraverso training dove venivano spiegati i valori e principi Europei ai ragazzi, coinvolgendo tutti ad aprire dibattiti e conversazioni sui temi trattati. Oltre a questo tipo di attività ho portato avanti un corso di italiano della durata di 4 mesi dove i meritevoli hanno conseguito un certificato che attesta le conoscenze basilari della lingua italiana. Tutte le attività portate a compimento sono state impartite con metodologia di  apprendimento non formale che ha favorito lo sviluppo personale e sociale dei partecipanti. Altre attività da me svolte durante i sei mesi riguardavano il campo dell’Europrogettazione.

Ho presentato due progetti europei (youth exchange), insieme ad altre associazioni extra-Georgia, riguardanti l’affermazione dei diritti umani nelle nostre società’ e l’uguaglianza di genere. Da ultimo ho collaborato con un’associazione di Gori “Biliki” che ospita ragazzi con difficoltà economiche, sociali e familiari dove, con gli stessi, abbiamo realizzato un’attività di riciclo creativo con la plastica spiegando l’importanza di poter dare una seconda vita ad oggetti e strumenti che noi tutti vediamo come usa e getta.  

Il mio SVE non e’ stato solo realizzazione di attivita’. Durante il mio soggiorno ho avuto modo di conoscere la gente del luogo, persone squisite con un cuore enorme ed un’umiltà che oggi giorno e’ difficile da trovare! In particolare con una ragazza georgiana e suo figlio di 6 anni siamo andate in lungo e in largo per la Georgia e durante i nostri soggiorni ho avuto modo di conoscere altre splendide persone che mi hanno dato tanto e che ringrazierò a vita. 

Per quanto riguarda la lingua, il georgiano è una lingua complessa, si tratta infatti dell’unica lingua con propria tradizione letteraria. Da ciò si capisce la complessità e non facilita’ di apprendimento dell’idioma. Nonostante queste premesse i 3 mesi di corso di lingua mi hanno aiutato tantissimo ed ho appreso le basi per intrattenere semplici conversazioni. 

Per quanto riguarda le organizzazioni mandante e ricevente posso solo dire che mi sono trovata benissimo in termini di comunicazione e disponibilità. Un grazie va a Laura e Michela, due splendide ragazze che lavorano nell’organizzazione mandante “Atelier Europeo”, che si sono sempre rese disponibili per qualunque tipo di richiesta, bisogno, informazione e dubbio che mi sorgeva durante il mio soggiorno in Georgia. Grazie di cuore ragazze! Ed un grazie va a Lasha e tutto il suo team di lavoro per  avermi permesso di realizzare più attività’ possibili ed esser stati sempre disponibili per qualunque tipo di richiesta, necessità, bisogno, aiuto.  

Che dire… Consiglio a tutti coloro che avranno la possibilità di leggere la mia esperienza di partire all’estero per intraprendere esperienze di ogni genere perché oltre ad essere uniche, sono proprio queste che ti permettono di vedere il mondo sotto altri punti di vista, ti permettono di DARE e RICEVERE allo stesso tempo, ti aprono la mente e ti rendono una persona migliore.”

SEMPLICEMENTE GRAZIE!

FEDERICA DI LEONARDO

Share This

Condividi con i tuoi amici!