Negli Istituti superiori bresciani esiste da tempo un virtuoso movimento teatrale che condivide la propria esperienza con la cittadinanza, senza relegarla a semplice “saggio di fine anno”.

Da anni l’Associazione Culturale Viandanze – Culture e pratiche teatrali – investe in produzioni legate al Teatro ad Impegno Civile che sensibilizzano il pubblico su temi urgenti, attuali e significativi. Dopo esperienze legate alla memoria storica e alla guerra, ai minori in comunità, al teatro nella terza età, il filo conduttore per l’a.s. 2015-2016 è stato quello dell’inclusione sociale delle persone con disagio mentale. Il progetto “Le fumatrici di pecore + il gregge che fuma” ha ottenuto il patrocinio del Comune di Brescia, importanti collaborazioni (CTB), nonché un finanziamento da Fondazione Comunità Bresciana, con l’assistenza tecnica di Atelier Europeo.

Il progetto ha dato vita alla rassegna/concorso “Inventari Superiori Brescia 2016”. Gli spettacoli realizzati dagli studenti di 8 Istituti “sono usciti da scuola” e si sono aperti a palcoscenici importanti della città, con l’opportunità per i vincitori di calcare a inizio ottobre il prestigioso palco del Teatro Sociale. Parallelamente, due seminari sono stati tenuti dalla Compagnia Abbondanza/Bertoni, uno dei quali orientato ad un percorso condiviso da una compagnia composta da attori, utenti psichiatrici di Teatro 19, e giovani studenti selezionati tra i partecipanti ai laboratori teatrali superiori.

Il progetto si concluderà a novembre, con un seminario pubblico legato ai temi del teatro civile, occasione per parlare del filone tematico 2016/2017: il tema del perdono e la relazione intergenerazionale, in collaborazione con Balletto Civile. Il protagonismo culturale dei giovani bresciani si coniugherà nuovamente con tematiche di rilevanza sociale e formativa, mediate da esperienze teatrali di grande professionismo.

Share This

Share this post with your friends!