Un tavolo di istituzioni ed enti del terzo settore bresciano, dopo lo stop causato dalla pandemia, ha ripreso a riflettere sui valori di democrazia, pace e libertà, in vista del 9 maggio, data in cui si celebra la Festa dell’Europa.
Atelier Europeo, Acli provinciali di Brescia (ente promotore di Brescia Europea http://bresciaeuropea.it ) la Consulta degli Studenti, le cooperative Tempo Libero (con l’antenna Europe Direct) e Mistral, il Centro Servizi Volontariato, il Forum del Terzo Settore di Brescia e l’associazione Carminiamo sono gli aderenti al tavolo di coordinamento delle iniziative del Festival dell’Europa 2022.

“Riteniamo ancor più urgente in questo periodo di conflittualità internazionali, promuovere i valori di pace e democrazia su cui è fondata l’Unione Europea” afferma il Presidente di Atelier Europeo Giovanni Marelli “e partire con il coinvolgimento dei giovani, sembra essere la via obbligata, perché le giovani generazioni sono il nostro futuro e abbiamo il dovere di consegnare loro un’Europa di pace”.
Le scuole saranno quindi interlocutori privilegiati delle iniziative, con momenti in presenza e online rivolti agli studenti, per approfondire valori e opportunità che l’Europa offre ai suoi cittadini più giovani. “Noi studenti spesso non abbiamo modo di approfondire adeguatamente le questioni di attualità che accadono intorno a noi, ma avvertiamo il bisogno di capire meglio il valore dell’essere cittadini europei e di non dare per scontato il mondo di pace in cui siamo nati. Dobbiamo comprenderne a fondo il valore e imparare a conservarlo” prosegue Lorenzo Lancini, presidente della Consulta degli Studenti di Brescia.
Anche ai dirigenti scolastici e docenti verrà offerto un breve ciclo di webinar dedicato all’internazionalizzazione dei curricola scolastici: una scuola al passo con i tempi deve sapere introdurre le competenze democratiche dell’UE e promuovere attivamente mobilità europea e scambio di buone prassi oltre i confini nazionali.

Il Festival sarà avviato sabato 7 maggio con le iniziative presso il quartiere del Carmine di Brescia, promosse dall’associazione Carminiamo. Occasioni di incontro ed esplorazione enogastronomica delle culture europee, ma anche di musica, letteratura e riflessione.
Lo spazio giovani presso Informagiovani Brescia, anche sede Europe Direct, ospiterà poi occasioni di incontro tra i giovani del territorio: tandem linguistici e occasioni di dibattito riempiranno la settimana del 9 maggio.
Non mancheranno inoltre momenti aperti alla cittadinanza, nel corso del mese di maggio, organizzati dalle Acli provinciali. Stefania Romano ci spiega “Chi meglio di David Sassoli può aiutarci a riflettere su Europa e pace? La sua testimonianza è stata forte e chiara ed è a lui che vorremmo dedicare un appuntamento di dibattito e riflessione”.


Per rimanere aggiornati: https://www.ateliereuropeo.eu/, Facebook @AtelierEuropeo.

Share This

Condividi con i tuoi amici!